Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Vendemmia 2017, le prime stime Coldiretti

Mai come quest’anno è di difficile interpretazione la vendemmia in Italia: gelate primaverili tardive, grandinate e siccità africana rendo quanto mai ardua una previsione attendibile. Ci prova la Coldiretti, che prevede un calo tra il 10 e il 15% rispetto ai 51,6 milioni di ettolitri dello scorso anno con punte del -30% in Franciacorta e un calo tra il 20 e il 30% per il Chianti e le altre denominazioni toscane ricordando come la vendemmia 2017 sia la più precoce dell’ultimo decennio con un anticipo rispetto allo scorso anno di circa dieci giorni. Molto comunque dipenderà dall’andamento climatico delle settimane precedenti la raccolta ma, continua la Coldiretti, le condizioni attuali fanno ben sperare per una annata di buona/ottima qualità, in particolare dove si sono subite meno le carenze idriche o dove i viticoltori sono riusciti ad intervenire con irrigazioni di soccorso.