Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Il Cognac in continua crescita

Dai dati del Bureau national interprofessionnel du Cognac (Bnic) nell’ultimo anno mobile, dal 1° agosto 2016 a fine luglio 2017, l’export di Cognac ha avuto una crescita globale del 10,2% in volume e del 15,2% in valore pari a circa 190 milioni di bottiglie e un valore di tre miliardi di euro. Gli Stati uniti hanno importato 78,7 milioni di bottiglie, mentre tutta l’Europa pesa per 42,1 milioni di bottiglie. In evidenza poi la Cina, con 22,6 milioni di bottiglie. Spinti dal mercato statunitense le vendite di Cognac di qualità very superior, che equivalgono a circa la metà del totale esportato, sono cresciute in volume del 9,6% e in valore del 15%. Il 40% del totale invece è di qualità very superior old pale, con una crescita del 7,4% in volume e del 9% in valore. Le altre qualità più vecchie sono parimenti cresciute del 24,2% in volume e del 23,2% in valore grazie al continuo recupero dei mercati asiatici.