Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Etichettatura bevande alcoliche, presentata la proposta

Come richiesto un anno fa dalla Commissione europea, le associazioni internazionali delle industrie europee di vino e bevande alcoliche hanno congiuntamente presentato nei giorni scorsi a Bruxelles una proposta di autoregolamentazione della etichettatura, inserendo così l’obbligatorietà per tutte le bevande contenenti alcol, anche oltre l’attuale limite dell’1,2%, di indicare in etichetta la lista degli ingredienti e la dichiarazione nutrizionale. La proposta fa essenzialmente perno sulla possibilità, da parte del produttore, di scegliere se indicare queste informazioni direttamente in etichetta o rimandarle online su una pagina web attraverso un codice a barre o un QR code. Per quanto riguarda invece l’indicazione delle calorie, la Commissione europea aveva chiesto di utilizzare 100 ml di bevanda come quantità di riferimento per il calcolo, mentre i produttori chiedono di potere fornire le stesse indicazioni anche per singola porzione, considerando che 100 ml sono molti per un superalcolico e pochi per un vino o una birra.

Tocca ora alla Commissione europea esprimere un giudizio sulla proposta di autoregolamentazione e, se positiva, inizierà un periodo di due anni in cui verranno presentati dei rapporti settoriali sulla sua introduzione progressiva fino a sfociare in una relazione completa sulla sua attuazione prevista nel marzo 2021.