Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Crescita a due cifre per l’export di vini e alcolici francesi

Grazie alla ripresa economica e al dinamismo dei mercati dell’Est, compresa la Cina, le esportazioni francesi di vini a alcolici francesi sono notevolmente aumentate nel 2010 (+18,3%), raggiungendo la cifra di 9,09 miliardi di euro. Gli Stati Uniti rimangono al primo posto con 1,6 miliardi di euro e un incremento del 25,4%, seguita dalla Gran Bretagna con 1,3 miliardi di euro (+7,5%) e dalla Germania, con 789 milioni di euro (+5,4%). Al quarto posto il Belgio, unico paese a registrare un calo delle importazioni, con 593 milioni di euro (-2%) e al quinto la Cina, con 564,8 milioni di euro e un sensazionale +78.8%.

Non si deve poi dimenticare il notevole recupero dello Champagne che vede crescere il suo export del 22% con 1,9 miliardi di euro. Il 2010 è stato infine un anno record per l’export di alcolici francesi: il Brandy è cresciuto del 33% con 1,85 miliardi di euro, mentre per la Vodka l’aumento è stato del 40% con 332 milioni di euro.