Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

L’Oiv presenta le ultime statistiche sulla viticoltura mondiale

Il 35° congresso mondiale della vigna e del vino appena conclusosi in Turchia è stata una occasione per fare il punto sulla situazione del settore vitivinicolo e a tale proposito il direttore generale dell'Oiv, Federico Castellucci, ha presentato durante la sessione di apertura l’ultimo rapporto statistico sulla viticoltura mondiale. Continua la tendenza al ribasso della superficie vitata mondiale, che raggiunge il punto più basso degli ultimi dieci anni con 7,585 milioni di ha, di cui 2,855 in Europa, 1,360 in Asia, 0,762 nell’emisfero australe e 0,405 negli Stati Uniti. Il clima favorevole e la maggiore resa dell’uva fanno invece crescere la produzione, fino a raggiungere un picco di 6,92 milioni di quintali, mentre la produzione mondiale di vino nel 2011 rimane stabile a 265 milioni di hl, mentre il consumo aumenta fino a 244,3 milioni di hl. La Francia è il primo paese consumatore, con quasi 30 milioni di hl, seguono gli Stati Uniti con 28,5, l’Italia con 23, la Germania con 20 e la Cina con 17.