Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

La terracotta e il vino

Uno dei metodi più antichi per la conservazione del vino, in uso fin dai tempi della Magna Grecia: parliamo delle giare di terracotta che questo fine settimana si presentano alla ribalta con la 1° convention internazionale dal titolo ‘La Terracotta e il vino, esperienze di vinificazione e affinamento dal mondo’ presso la Fornace Agresti a Impruneta (Firenze). Momento centrale della due giorni è stato il convegno tecnico di sabato 22 sull’uso della terracotta in enologia, dove si sono confrontate le esperienze di produttori italiani e stranieri che utilizzano giare in terracotta, relatori il prof. Giorgi Barisashvili dell’Università di Agraria di Tblisi (Georgia), il Prof. Christophe Caillaud, direttore del Museo Gallo-Romano di Saint-Romain-en-Gal di Vienne (Francia) e il Prof. Antonio Tirelli dell'Università di Milano. Non sono poi mancate nei due giorni della convention alcune degustazioni guidate, dove è stata presentata una selezione di vini italiani e stranieri fermentati e affinati in giare di terracotta.